29.09.2015

Le Città dell’energia formano la Svizzera del domani

Sono già 4,5 milioni le persone che in Svizzera vivono in una Città dell’energia. Alla Giornata dell’energia 2015 svoltasi oggi a Berna sono stati premiati 86 Comuni che dall’autunnno 2014 hanno conseguito per la prima volta la certificazione oppure sono stati ricertificati. Le Città dell’energia vivono il futuro energetico.

Una città dell’energia utilizza l’energia in modo efficiente, promuove le energie rinnovabili come l’energia idrica o l’energia solare termica e gestisce la mobilità in modo sostenibile nell’ottica dell’ambiente. Migliaia di rappresentanti delle autorità e di esperti del settore s’impegnano a livello comunale per poter raggiungere questi obiettivi. «Avete fatto progredire la politica climatica ed energetica della Svizzera così da rendere fattibile la Strategia energetica 2050 della Confederazione», ha affermato Barbara Schwickert, Presidente dell’Associazione Città dell’energia, alla Giornata dell’energia 2015 rivolgendosi ai 300 rappresentanti comunali presenti.

Gli 86 Comuni premiati hanno conseguito, dall’ultima Giornata dell’energia 2014, il label Città dell’energia oppure sono stati ricertificati. In totale, la Svizzera conta già 373 Città dell’energia e oggi 4,5 milioni di persone, ossia più della metà della popolazione residente, vive in una Città dell’energia.

Grandi benefici per i Comuni
I vantaggi per i Comuni sono notevoli, come ha spiegato Barbara Schwickert alla Giornata dell’energia: «Una Città dell’energia organizza la propria politica energetica in modo sistematico e a lungo termine. Così facendo, utilizza i mezzi a sua disposizione secondo gli obiettivi da raggiungere e offre alla popolazione maggiore qualità di vita.» L’economia approfitta poi del maggior valore aggiunto venutosi a creare nella regione.

Anche Daniel Büchel, Vicedirettore dell’Ufficio federale dell’energia e responsabile del programma SvizzeraEnergia, ha sottolineato l’importanza delle Città dell’energia. «Le Città dell’energia formano la Svizzera del domani. Sono fiero dell’ottimo lavoro svolto dai Comuni, in collaborazione con la Confederazione e i Cantoni.» Daniel Büchel ha poi presentato la campagna informativa nazionale Città dell’energia, che si svolgerà da ottobre a dicembre 2015. La campagna, basata su manifesti a soggetto, ha lo scopo di aumentare la notorietà del label presso la popolazione. Nel 2016, inoltre, la campagna «Energy Challenge» di SvizzeraEnergia farà tappa in nove Città dell’energia.

Sulla via dell’autoapprovvigionamento
Tra i Comuni insigniti del label Città dell’energia in occasione della Giornata dell’energia vi era anche Payerne. I rappresentanti del Comune vodese hanno presentato SolarPayerne, che con una superficie di 100 000 m2 (38 000 m2 già istallati) costituisce il progetto fotovoltaico più grande della Svizzera. L’obiettivo a lungo termine è coprire l’intero fabbisogno di energia elettrica dei 10 000 abitanti del Comune. Payerne è solo un esempio delle tante Città dell’energia che puntano sulle energie rinnovabili indigene.

 

Contatto media
Michela Sormani
Comunicazione Città dell'energia
091 224 64 71 | media(at)cittadellenergia(dot)ch

Contatto Payerne: Norbert Carrel, 026 662 65 30, norbert.carrel(at)payerne(dot)ch

Fotografia disponibile all'indirizzo: media(at)cittadellenergia(dot)ch

Comunicato stampa «Le Città dell’energia formano la Svizzera del domani» 29 settembre 2015