5. Organizzazione interna

» Per maggiori informazioni prendete contatto con il vostro consulente Città dell’energia

Per il settore „Organizzazione interna“ non sono al momento disponibili buoni esempi e strumenti. Saranno tuttavia messi a disposizione al più presto.

5.1 Strutture interne

5.1.1 Risorse umane, organizzazione

Il Comune assicura le risorse umane necessarie per la politica energetica e la protezione del clima nell'amministrazione (p. es. per l'energy-management, il risanamento degli edifici comunali, la contabilità energetica e delle emissioni di CO2, la messa in opera delle strategie di gestione dell'energia e di protezione del clima, in accordo con sistemi/standard di gestione della qualità), incluse le risorse per la gestione della mobilità.

Le competenze e le funzioni sono descritte e definite.

5.1.2 Gruppo di lavoro / commissione

Il Comune dispone di un gruppo di lavoro/commissione che si occupa in modo globale e trasversale delle questioni che riguardano l'energia e il clima (inclusi tutti i dicasteri/servizi rilevanti, con definizione dei compiti all'interno del gruppo e incontri regolari e protocollati).

5.2 Processi interni

5.2.1 Coinvolgimento dei collaboratori

Il Comune definisce, in accordo con il personale, obiettivi e accordi annui a livello energetico e climatico, in modo da ottenere un elevato coinvolgimento dei propri collaboratori nell'implementazione delle attività in ambito energetico e di protezione del clima, nell'ottica di un processo di miglioramento continuo.

Esempi:

  • riconoscimento al custode o al team con i migliori risultati a livello energetico o di protezione del clima
  • sistema di riconoscimento per le iniziative dei singoli
  • sistema per motivare le proposte di miglioramento
  • campagne (settimane dell'energia nel Comune)

5.2.2 Verifica dei risultati e pianificazione annuale

Il gruppo di lavoro/commissione Città dell’energia del Comune esegue annualmente una valutazione del processo Città dell'energia e un aggiornamento del programma di attività di politica energetica, sulla base di documentazione verificabile inerente le attività già svolte (documentazione sui progetti, sull'ultimo audit, ecc.).

Esigenze metodologiche:

  • esecuzione annuale della valutazione
  • basata sul catalogo dei provvedimenti
  • analisi e confronto tra quanto pianificato l'anno precedente e quanto eseguito
  • focus delle misure pianificate su obiettivi a medio/lungo termine (p. es. Società 2000 Watt, obiettivi 3x20 Covenant of Mayors, rilevanza per il clima)
  • documentazione sui risultati riferita all'audit
  • diffusione interna ed esterna dei risultati (basati su indicatori) e della relativa documentazione

5.2.3 Formazione continua

Il Comune promuove ed esige una formazione continua in ambito energetico, mirata e adatta alle varie funzioni (politici e amministrazione, direttori, responsabili di servizi, custodi) per tutti i collaboratori.

Il Comune svolge attività che aumentano la presa di coscienza sui temi efficienza energetica e protezione del clima.

Esempi:

  • energy management (gestione energetica) di edifici ed impianti, software specifici, gestione ecologica degli immobili
  • corsi per il calcolo di indicatori ed indici energetici e climatici
  • corsi per responsabili ambientali, per i vari gruppi mirati
  • escursioni e seminari professionali

5.2.4 Direttive per gli acquisti

Il Comune applica direttive per gli acquisti che considerano aspetti energetici, climatici e i costi del ciclo di vita, p. es. per:

  • acquisti di materiale e apparecchi per l'ufficio
  • acquisti per la gestione degli edifici (incl. prodotti di pulizia)
  • rinuncia all'uso di legno tropicale
  • acquisti per edifici, sottostrutture e strade (incl. la loro manutenzione invernale)
  • altri acquisti rilevanti dal punto di vista del clima (p. es. alimentari, ecc.)

5.3 Finanze

5.3.1 Budget per il lavoro di politica energetica comunale

Il Comune mette a disposizione un budget annuale per sostenere le seguenti attività in ambito energetico e climatico:

  • perizie, studi, analisi, bilanci emissioni di gas serra
  • pubbliche relazioni
  • consulenze ed informazioni (p. es. consulenti Città dell'energia)
  • gestione esterna di progetti
  • cooperazioni (p. es. progetti nelle scuole)
  • coaching (accompagnamento)
  • bonus/incentivi

(budget in CHF/ anno per abitante)
Di regola, ogni dipartimento dovrebbe disporre di un proprio budget per le attività in campo energetico e climatico.